• IL TEMPO – Festival del Cuore e i suoi artisti

    Acrobazie e Musica al Festival Del Cuore 2015.

    A Spazio Novecento l’evento benefico organizzato da Andrea Di Maso con asta e premio finale.

  • Cuore Nazionale Abruzzo per Pescara Calcio

    L’associazione culturale Cuore Nazionale Abruzzo ha organizzato una cena di beneficienza con la partecipazione del Pescara Calcio al Giardino dei Principi di Città Sant’ Angelo.

    Ricavato devoluto alla casa famiglia la Rosa e l’Associazione Prossimità alle Istituzione.

  • IL FESTIVAL DEL CUORE PER CITTADELLA CIELO – DI CHIARA AMIRANTE

    1-Andrea-Di-Maso-e-lattrice-Yuliya-Mayarchuk-1

    Sala gremita a Spazio Novecento per la settima edizione del Festival del Cuore, il charity event ideato e organizzato da Andrea Di Maso con il supporto di Segnalet e Cuore Nazionale e delle aziende che da sempre sostengono questa iniziativa: Bricofer e Citra Vini.

    4-Daniela-Caputo-Ballerina-e-Acrobata

    La solidarietà si colora di tricolore. Ed ecco le luci bianche rosse e verdi della sala, i nastri della mise en place e l’ovolotta di bufala con pomodoro confit e basilico croccante.

    Il gala dinner – curato da Valentina Picca Bianchi – si è ispirato ai prodotti del territorio rigorosamente Made in Italy anche nei colori.

    A calamitare l’attenzione degli ospiti le splendide performance degli artisti di Artefatti Stilts diretti da Miriam Abutori e gli artisti di Fragola Company: il corpo di ballo capitanato da Livia Gianorio e Gianni Wers – reduci dal successo di “Tale e quale show” – e le note di Felice, hit di Vincenzo Capua. Sempre presente la raffinata atmosfera creata dalla musica di Margherita Ramacciotti.

    3-Vincenzo-Capua-e-la-ex-tennista-Mara-Santangelo

    Anche quest’anno i tanti amici di Andrea Di Maso, idea maker e promotore dell’evento, non hanno fatto mancare il loro sostegno. Il giudice Antonio Marini, la ex tennista Mara Santangelo, l’attrice Yuliya Mayarchuk, il presidente della commissione antidoping del ministero della salute Pino Capua, solo per citarne alcuni. Ed inoltre il saluto di Gianni Letta, presidente onorario di Cuore Nazionale e di Armando Forgione, dirigente generale della Polizia di Stato e direttore ufficio ordine pubblico al Viminale.

    Tra i lotti dell’asta di beneficenza anche la maglia del campionato del mondo di rugby autografata da tutti i giocatori e consegnata da Claudio Gaudiello, ex atleta della nazionale italiana di rugby ed ora direttore sportivo delle Fiamme Oro Rugby. Il clou della serata: tutti gli artisti sul palco per consegnare l’assegno per Cittadella Cielo a Chiara Amirante.

    Fonte: http://www.parlamentonews.it/festival-cuore-per-cittadella-cielo-chiara-amirante/

  • PARLA DI MASO: FARE OGGI GLI IMPRENDITORI? SACRIFICI E TANTA GAVETTA

    Una scommessa vincente diventare imprenditore oggi in Italia?

    “Non le nascondo la realtà: occorre prepararsi a fare tanti sacrifici e una dura gavetta; sarebbe un errore aspettarsi di poter bruciare le tappe e di ottenere guadagni facili”: esordisce così Andrea Di Maso, Presidente e Amministratore delegato della Segnalet Spa, azienda leader nel campo della comunicazione visiva, con incarichi diversi nel sistema Confindustria e con ruoli direttivi in Unindustria. Di Maso, imprenditore romano, nel 2007 ha fondato “Generazione Sviluppo Onlus”, ha creato il “Festival del Cuore” e dal 2014 è Presidente di “Cuore Nazionale”.

    Di Maso, Segnalet si occupa di realizzare eventi, di marketing e di comunicazione visiva. Per cosa vi distinguete?

    Gli obiettivi della società sono molteplici. Puntiamo a continuare a seguire la comunicazione e il marketing dei nostri clienti istituzionali quali Telecom, Poste italiane, il Coni, le federazioni sportive e tante altre aziende che da tanti anni hanno deciso di affidarsi a noi e di farsi seguire nella gestione dell’immagine del loro Brand in diversi ambiti della comunicazione a partire dal Visual Communication, dalla Segnaletica e grafica delle sedi, fino ad arrivare agli allestimenti dei più importanti eventi sportivi che abbiamo in Italia. Oltre al marketing, ci occupiamo della gestione dei diritti di immagine di alcuni atleti. Lo sport è una disciplina importante che permette un equilibrato sviluppo della persona e del suo stile di vita e per le aziende è una realtà che consente una ulteriore espansione.

    Come imprenditore quale tipo di rapporto ha con la politica? C’è un suo interesse diretto?

    Ritengo che ogni buon imprenditore dovrebbe interessarsi di politica. Mi sto impegnando da tanti anni, e seguo con attenzione i vari personaggi della politica.
    Sono poche le figure che reputo all’altezza della scena istituzionale. Purtroppo la difficile e tortuosa macchina dello Stato non è facile da gestire e da guidare.

    Da sempre è impegnato nel sociale. Quali le iniziative più importanti da lei messe in campo?

    Numerose, direi. Quelle che mi stanno più a cuore, e sulle quali punto molto, sono il “Banco Scuola”, il “Pronto ascolto donna” e il “Festival del Cuore”.

    Ci parli del “Festival del Cuore”. Quest’anno l’evento comesarà organizzato? E i fondi che si raccoglieranno a scopo benefico a chi pensate di destinarli?

    Sarà la settima edizione e come sempre saranno tanti gli amici che parteciperanno a quello che in tanti hanno definito l’evento Charity più importante a Roma.
    I fondi raccolti il 4 Dicembre a Spazio Novecento saranno devoluti al progetto Cittadella Cielo di Nuovi Orizzonti Onlus, il movimento di Chiara Amirante, una donna di grande carisma che ha un seguito straordinario. Ho sempre ammirato le figure così forti e capaci di aggregare tanta gente.

    Nel 2014 ha fondato “Cuore Nazionale”, una associazione di manager e di professionisti. Con quale obiettivo?

    “Cuore Nazionale” è un laboratorio di idee, un Think Tank capace di sostenere e dare suggerimenti ad una politica ormai al collasso.
    Siamo presenti in molte Regioni Italiane con tanti nostri amici che, attraverso le nostre iniziative, coinvolgono quei cittadini che non hanno più riferimenti dal mondo della politica. Abbiamo molto successo ovunque perché la gente ha capito che il nostro modo di fare politica non è di tipo “clientelare”. Non chiediamo nulla in cambio. Lo facciamo solo per amore verso il nostro Paese.

    Che consiglio darebbe oggi a un giovane che desiderasse fare l’imprenditore?

    Di pensarci bene, di non aspettarsi facili guadagni e di prepararsi ad un percorso faticoso e pieno di insidie. Quello che costa di più è il Know How. L’esperienza però non si compra. Ecco perché i primi anni sono i più delicati. Perciò tanta gavetta, sacrificio,volontà , diligenza e formazione.

    Quale voto darebbe in materia economica e di sostegno alle imprese al governo Renzi?

    Voto 6. E di questi tempi è un successo. Mi auguro che il nostro Paese, che vanta vari settori strategici, torni rapidamente a crescere con un impegno che veda insieme le istituzioni e i cittadini. Va valorizzato il patrimonio italiano, con la creatività e la tradizione artigiana. Bisogna puntare sul Made in Italy, come ho peraltro scritto anche in uno dei miei libri.

    Novembre 2015

    Sabrina Trombetti

     

    Fonte: http://www.theenvoy.eu/parla-di-maso-fare-oggi-gli-imprenditori-sacrifici-e-tanta-gavetta/